TRIONFO DI BACCO E ARIANNA by Lorenzo de’ Medici 1490

Quant'è bella giovinezza
che si fugge
[C1]  [C1] tuttavia!
Chi vuol essere lieto
[C2]  [C2], sia [C3]  [C3]:
di doman non c'è certezza.

 

Quest'è Bacco e Arianna,
belli, e l'un dell'altro ardenti
[C4]  [C4]:
perché 'l tempo fugge e inganna,
sempre insieme stan contenti.
Queste ninfe ed altre genti
[C5]  [C5]
sono allegre tuttavia
[C6]  [C6].
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

 

Questi lieti satiretti [C7]  [C7],
delle ninfe innamorati,
per caverne e per boschetti
han lor posto cento agguati
[C8]  [C8];
or da Bacco riscaldati
[C9]  [C9],
ballon, salton tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

 

Queste ninfe anche hanno caro
da lor esser ingannate:
ora insieme mescolate
suonon, canton tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

 

Questa soma [C10]  [C10], che vien drieto
sopra l'asino, è Sileno:
così vecchio è ebbro e lieto,
già di carne e d'anni pieno;
se non può star ritto, almeno
ride e gode tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

 

Mida vien drieto a costoro:
ciò che tocca, oro diventa.
E che giova aver tesoro,
s'altri poi non si accontenta?
Chi vuol esser lieto, sia:
del doman non c'è certezza.

 

Ciascun apra ben gli orecchi,
di doman nessun si paschi
[C11]  [C11];
oggi sian, giovani e vecchi,
lieti ognun, femmine e maschi;
ogni tristo pensier caschi
[C12]  [C12]:
facciam festa tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

 

Donne e giovinetti amanti,
viva Bacco e viva Amore!
Ciascun suoni, balli e canti!
Arda di dolcezza il core!
Non fatica, non dolore!
Ciò c'ha esser, convien sia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Questi sono Bacco e Arianna belli ed infiammati d'amore l'uno dell'altro: dal momento che il tempo scappa ed inganna, stanno sempre insieme e felici. Queste ninfe ed altre genti sono tuttavia allegre. Chi vuole essere lieto, lo sia: non c'è alcuna certezza del domani.

Questi allegri piccoli satiri innamorati delle ninfe, hanno teso loro cento agguati nelle caverne e nei boschetti; ora, scaldati dal vino di Bacco, tuttavia ballano e saltano. Chi vuole essere lieto, lo sia: non c'è alcuna certezza del domani.

Queste ninfe amano essere ingannate dai satiri; non può rifiutare l'amore se non la gente rozza ed ingrata; ora, mescolate a loro, tuttavia suonano e cantano. Chi vuole essere lieto, lo sia: non c'è alcuna certezza del domani.

Re Mida li segue: tutto ciò che tocca diventa oro. Ma a che serve avere un tesoro, se non si fa la felicità degli altri ? Tuttavia che piacere della riocchezza vuoi che senta uno come Mida, che ha sete perché non può bere: l'acqua si trasforma in oro? Chi vuole essere lieto, lo sia: non c'è alcuna certezza del domani..

Donne e giovani amanti, viva Bacco e viva Amore! Ognuno suoni, balli e canti! Il cuore si infiammi di dolcezza! Nessuna fatica! Nessun dolore! Ciò che deve accadere è bene che accada. Chi vuole essere lieto, lo sia: non c'è alcuna certezza del domani.

Come è bella la giovinezza che comunque se ne va! Chi vuole essere lieto, lo sia: non c'è alcuna certezza del domani. (la parafrasi e` presa da http://comecreaturaeternamentediveniente.blogspot.com/2008_02_01_archive.html)

 

 

Vai qui e ascolta la canzone:

http://www.youtube.com/watch?v=OuYGqFTFQQ8

 

 Adesso ascolta di nuovo la canzone e rimpi gli spazi vuoti:

Quest'è Bacco e Arianna
belli e l'un dell'altro _________:
perché il tempo fugge e inganna,
sempre insieme stan _________.
Queste ninfe ed altre genti
sono ___________ tuttavia.
Chi vuol esser lieto sia:
di doman non c'è certezza.

Questi _________ satiretti
delle ninfe innamorati,
per caverne e per boschetti
han lor posto cento agguati;
or, da Bacco __________,
ballan, salton tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Queste ninfe anche hanno caro
da lor esser ___________;
non può fare _________
se non gente ________e ________;
ora, insieme mescolate,
suonan cantan tuttavia.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Mida vien dietro a costoro:
ciò che tocca d'oro diventa.
E, che giova aver tesoro,
s'altri poi s'accontenta?
Che dolcezza vuoi che senta
chi ha sete tuttavia?
Chi vuol esser ________, sia:
di doman non c'è certezza.

Donne e giovinetti amanti,
viva Bacco e viva Amore!
Ciascuno suoni, balli e canti!
Arda di dolcezza il core!
Non fatica! Non dolore!
Ciò c'ha essere, convien sia.
Chi vuol esser ________, sia:
di doman non c'è certezza.

Quant'è ______ giovinezza
che si fugge tuttavia!
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

Guardiamo:

http://commons.wikimedia.org/wiki/Image:Il_trionfo_di_Bacco_e_Arianna.jpg

 

 

Annibale Carracci, Palazzo Farnese (1595-1604 circa)

 

 Riscrivi gli aggettivi trovati e scivi accanto a ciascuno di loro un aggettivo con un significato equivalente.

Es. Lieto= contento

Attività:

 

Descrivi tre personaggi: Bacco, Arianna e Sileno. Usa almeno tre aggettivi per ognuno di loro:

 

Bacco: Chi è?

 

            Dov’è?

 

            Com’è?

 

Arianna: Chi è?

 

             Dov’è?

 

            Com’è?

 

Sileno: Chi è?

 

            Dov’è?

 

            Com’è?

 

Per continuare a conoscere e far pratica usando questo materiale va' a :

http://www.initonline.it/n3/stru_cont.htm

 

Per conoscere la storia di Bacco e Arianna:

http://xoomer.alice.it/r.crosio/BACCO_ARIANNA.htm

 


 [C1]Scappare- fuggire-andare via veloce

 [C2]Felice, senza problemi

 [C3]essere

 [C4]innamorati

 [C5]personaggi che accompagnano il corteo

 [C6]ugualmente

 [C7]piccole creature che sono metà uomo e metà capra

 [C8]they set 100 traps

 [C9]warmed up

 [C10]pesante, fat

 [C11]vivere

 [C12]cadere, to disappear